Catering per matrimoni? Prima vi parlo un po’ di me

Catering per matrimoni? Prima vi parlo un po’ di me

Mi piace pensare che, quando si ha un sogno, l’impegno, la costanza, il sacrificio e un pizzico di fortuna possono trasformarlo in realtà. Vi racconto la mia storia.

Da piccola non mi interessava giocare con le Barbie o girare per casa indossando i tacchi della mamma e facendo le moine davanti lo specchio. Preferivo passare il mio tempo libero sfogliando le riviste di matrimoni, per creare delle semplici moodboard e immaginare come realizzare il mio matrimonio perfetto.

Quello che più di tutto mi divertiva, però, e mi faceva sognare era trascorrere il sabato mattina, durante le vacanze estive, ad assistere a matrimoni di perfetti sconosciuti, nella chiesa della mia parrocchia.

È difficile spiegare cosa provassi in quei momenti.  Vedere il fiorista intento nella preparazione degli addobbi, sentire il coro provare a cappella i vari pezzi, percepire l’adrenalina degli ultimi minuti prima dell’arrivo degli invitati…Sin da bambina, capii che in quel mondo ci volevo entrare a tutti i costi!

Quando, all’età di sei anni, mi veniva chiesto cosa volessi fare da grande io non rispondevo dicendo la ballerina o la principessa ma, con sguardo serio e voce decisa, dicevo che avrei aiutato le persone a sposarsi.

Certo, a quell’età non avevo la più pallida idea di come avrei potuto fare e cosa avrei potuto fare. Enzo Miccio era ben lontano dai miei pensieri, ma ero certa che prima o poi avrei raggiunto il mio obiettivo.

Di anni ne sono passati parecchi, nella mia testa questa idea non è mai passata e alla fine, dopo una laurea in Economia, un matrimonio (il mio), due meravigliosi bimbi e un lavoro a tempo indeterminato, ho deciso che era arrivato il mio momento.

La strada è stata tutta in salita, ho fatto corsi, partecipato a seminari, preso spunti dalle migliori wedding planner, lavorato ore e ore, anche gratuitamente… ma alla fine ci sono riuscita e ho creato “Zenzero e Tulle”, la mia società di organizzazione di matrimoni.

Nei cinque anni di attività di “Zenzero e Tulle”, come wedding planner ho conosciuto meravigliose coppie di sposi, ho avuto la fortuna di lavorare con location da sogno e anche di incontrare professionisti che mi hanno lasciato grandi insegnamenti.

Non è andato sempre tutto bene: mi sono scontrata con aspetti di questo mondo che non avevo ben considerato ma che sono stati da sprone per andare avanti ancora più decisa e che mi hanno permesso di arrivare dove sono ora ma, soprattutto, mi hanno trasformata in quello che sono ora.

Ero finalmente arrivata a realizzare il mio sogno più grande, ma il destino per me aveva pensato un’altra strada, del tutto inaspettata: diventare la commerciale per un catering in provincia di Milano, supportando gli sposi nelle scelte e nella stesura del menù per il loro ricevimento nuziale.

Un’entusiasta come me non poteva certo rifiutare e così, di lì a poco, imparo un nuovo lavoro, mi rimetto in gioco.  Stavo percorrendo una strada che non avrei mai immaginato ma che mi appagava, divertiva e dava tante soddisfazioni: il catering per matrimoni, che in sé racchiude competenze da event manager, wedding planner, ma ha anche aspetti di consulenza agli sposi, di pianificazione e di programmazione.

Ecco, ora sono cresciuta ancora di più come persona oltre che come professionista e ho fatto il grande salto, lavorando con una tra i migliori servizi di catering di Milano. Un progetto ambizioso, impegnativo ma che mi regala qualcosa ogni giorno e che non finisce mai di stupirmi.

Guardandomi indietro vedo tanto lavoro, rinunce e delusioni ma se mi guardo allo specchio vedo il grande sorriso che non mi ha mai abbandonata e occhi pieni di stupore per tutto ciò che ancora mi aspetta.

A questo punto, se vi state ancora chiedendo chi sono, penso che la risposta più adatta sia…una sognatrice coi piedi per terra!

The Best News Daily

We don't send spam